Gaetano Rizza

Il percorso musicale di Gaetano Rizza su

De Andrè, Brassens e gli chansonniers

Gaetano Rizza, già componente della commissione cultura di una circoscrizione di Genova, è nato a Camogli (GE) ed è vissuto da subito a Genova a ridosso della “città vecchia”. Si interessa di musica “leggera” dagli anni 70 ed ha partecipato in quegli anni a manifestazioni canore che si svolgevano appunto nella città vecchia vincendole sempre. A fianco della sua carriera lavorativa ha continuato ad alimentare il suo interesse per la musica conducendo, tra l’altro, negli anni 80, un programma radiofonico di successo in una radio privata dove proponeva quasi esclusivamente i cantautori, con particolare riferimento a De Andrè, Vecchioni (che conosce personalmente) e Conte. Il suo interesse per la “parola” e quindi i testi, lo portano a scrivere due “testi teatrali” uno dei quali ottiene un buon piazzamento ad un concorso indetto dal C.U.T (Centro Universitario Teatrale). Nel contempo il suo interesse personale per la filosofia lo porta a dare un esame di “Storia della filosofia morale”. La sua visione a 360° del mondo lo porta a nutrire profonda ammirazione per i grandi uomini… per i “giganti”… per gli artisti di qualsiasi ideologia o religione. Ama De Andrè, la sua arte, la sua poesia, la sua voce, il suo interesse per l’uomo, la sua “religiosità”, le sue “incoerenze”, certo suo anarchismo puro (che gli fa dire “Gesù è stato un grande anarchico…” e che non gli ha impedito di sposarsi in chiesa e battezzare il suo primo figlio col nome “Cristiano”). Ama il francese Leo Ferrè, grande spirito libero. Ama Georges Brassens, grande cantore dell’umanità…

Upgrade del 12/10/20.15:

Gaetano Rizza è autore del libro: Nato negli anni Cinquanta (Da Genova a Vittoria, da Vecchioni a De Andrè, dal Monte Ararat a Capo Nord, tra incubi e realtà.


Gaetano Rizza in un “incontro col pubblico” nel quale ha proposto dei brani di De André